La Congregazione delle Suore Orsoline del S. Cuore di Gesù Agonizzante

 

     la formazione


La risposta alla chiamata da parte di Cristo esige una decisione consapevole, libera e confermata con la pratica della vita.

Costituzioni della Congregazione, § 92 

    Dalle persone che desiderano entrare nella Congregazione si richiede un'autentica vocazione religiosa e il desiderio di servire Dio in umiltà dedicandosi al lavoro tra i poveri. Inoltre debbono possedere disposizioni fondamentali per la vita nella comunità, temperamento sereno e sincero, amore al lavoro e disponibilità ad ogni tipo di lavoro, salute almeno discreta, equilibrio psichico e maturità che garantiscano la comprensione delle esigenze della vita religiosa e lo sviluppo in essa. (Cost. § 93)

Le tappe della formazione:  

LA FORMAZIONE INIZIALE

 

Le persone che entrano nella Congregazione passano attraverso tre tappe fondamentali di formazione: prenoviziato, noviziato, iuniorato.

Lo scopo di queste tappe è la graduale introduzione nell'essenza e nelle esigenze della vita religiosa e la prova della vocazione. (Cost. § 94)

·       prenoviziato (fino a 2 anni) serve per fare un migliore discernimento della vocazione e per conoscere la comunità religiosa, il suo spirito e la sua missione;

·       noviziato è il tempo di approfondimento del personale legame con Cristo, specialmente nell’Eucaristia, e di una migliore conoscenza della vita consacrata secondo il carisma, la storia e la tradizione della Congregazione; la preparazione alla professione dei consigli evangelici;

·       juniorato (5 anni) è un ulteriore cammino verso la maturità interiore, la continuazione della formazione generale e di quella religiosa, la pratica dei voti e l’impegno nella missione apostolica della Congregazione. Termina con la professione dei voti per il tempo e per l’eternità e con l’inserimento definitivo nella comunità della Congregazione.

 

Professione dei consigli evangelici

 

LA FORMAZIONE PERMANENTE

 

(Cost. § 121)   La grazia della vocazione è una chiamata incessante di Dio che esige dall'uomo una risposta sem­pre nuova. Perciò la formazione religiosa non ter­mina con la professione perpetua, ma continua fino al giorno dell'incontro col Signore nell'eternità.

 

LA FORMAZIONE DELLE FORMATRICI

 

(Cost. § 117)   La formazione è prima di tutto opera dello Spiri­to Santo e di una collaborazione perseverante con Lui, e Gesù Cristo è l'unico Maestro. Il decorso della formazione e i suoi effetti, tuttavia, dipendono in gran parte dalle persone che accompagnano la gioventù religiosa in questo periodo.

La Congregazione provvederà ad una adeguata preparazione di esse.

 

LA FORMAZIONE DELLE SUPERIORE

 

(Cost. § 43)    Le superiore stesse, obbedienti alla Chiesa, al diritto dei religiosi e alle superiore maggiori, adempiono i propri compiti in spirito di servizio e di collaborazione con le suore. Mostreranno loro rispetto e affetto e, convinte della propria imperfezione, saranno indulgenti per le debolezze altrui.

 

il Santuario - la Casa Madre