LETTERA della Superiora Generale alla Congregazione

S.C.G.A. 00-317 Warszawa, ul.Wiślana 2; t.0-22/826.55.64 fax 0-22/828.35.85, e-mail:frusjk@post.pl 


      

 Il Verbo si fece carne

e venne ad abitare in mezzo a noi.

A quanti però lo hanno accolto

ha dato potere di diventare

figli di Dio (Gv 1, 14.12).

Amate Suore,

Nella notte del Natale del Signore ci chiniamo, con fede e pensierosi, sul mistero dell’Amore di Dio, che si manifesta a noi sotto forma di un indifeso Bambino e perciò attende il nostro amore. Nel mistero dell’Incarnazione, Dio entrò nella storia del mondo e in quella dell’uomo e rivelò a noi quanto è grande il Suo desiderio di stare con l’uomo e per l’uomo. Egli è l’amore che si vuole offrire. Questa scena della grotta di Betlemme, non ci ricorda essa il grido di Gesù dalla croce: Ho sete…?

La venuta sulla terra del Figlio di Dio cambia il corso della storia ed è l’inizio della nuova creazione. Attraverso la nascita terrena, Gesù si unisce e si identifica con ogni uomo, gli elargisce la Sua luce e la grazia, che hanno il potere di restituire all’uomo la figliolanza divina, da lui perduta. Il desiderio di Dio, di far rinascere l’uomo ad una nuova vita, è sempre presente nel mondo di oggi e ci invita anche a portare questa Buona Novella e ad essere testimoni dell’amore di Cristo Salvatore.

Trascorrendo le Feste Natalizie di quest’anno, pensiamo a tutti coloro che sono lontani dal Signore e che finora non hanno sperimentato il Suo amore. Ricordiamo tutti coloro che sono infermi, soli, sofferenti e smarriti,  tutti coloro per i quali Gesù è venuto al mondo.

Questa sera abbraccio col pensiero, con la preghiera e con il cuore tutte le nostre comunità disseminate in tutto il mondo, ciascuna di voi, amate Suore, le nostre famiglie, i nostri amici e i nostri ospiti, che trascorreranno insieme a noi, la sera della vigilia del Natale ed auguro a tutti: gioiose e benedette feste del Natale del Signore!

                                                                                  m. Franciszka Sagun

Varsavia, Natale del Signore, 2012

 

LETTERE della SUPERIORA GENERALE alla CONGREGAZIONE