FILIPPINE 

 

 


Filippine, 11 gennaio 2018

 

 60 della vita consacrata

1958 2018

di

Suor M.Margherita Tiburzi

 

 

Hanno partecipato alla festa  circa cinquanta persone. Abbiamo avuto la messa nel cubo grande vicino al presepe. Quattro sacerdoti concelebravano tra i quali due erano dei Fratelli Ospedalieri di s. Giovanni di Dio, venuti per la medical mission.  Verso la fine della celebrazione è arrivato anche il vescovo Rinaldo. L'omelia è stata fatta da Padre Daniele, fratello dei Missionari della Carità. E'  stato un canto di lode al senso della mia vocazione. E sentendola mi è sembrata una storia tanto bella, quasi non fosse la mia, ma era vera . Ho realizzato poi che a volte dimentichiamo l'azione che Dio fa nella nostra storia e che noi ci fermiamo a considerare i nostri successi o sbagli. Come se tutto fosse dipeso da noi. E' stato bello guardarmi allo specchio per dire di cuore: grazie Dio per il dono della vita e della vocazione. Specchio della tua bontà e amore senza limiti. Così alla fine ho potuto dire a tutti come la mia vocazione è stata un cammino col Signore, che ora si sta rivelando in maniera forte e incisiva nel mio cuore e nella mia mente. Il grazie di tutto si poteva leggere nei loro volti nel sorriso e abbraccio fraterno. L'agape  fraterna sulla terrazza ha consolidato il dono dell'amicizia che ha guidato e guida il nostro cammino missionario.